Domenica 19 Luglio 2020: sfida terminata

Eccoci arrivati al termine della sfida che avevo proposto; siete stati/e  in molti a le proporvi per continuare la storia e trarne un finale differente; poi, per problemi di forza maggiore, alcuni non hanno potuto partecipare, ma ho apprezzato l’interesse che questa mia proposta aveva suscitato. Nel leggere le storie che avete creato, mi ha stupito il fatto che qualcuno – piuttosto che solo il finale di quella di cui avevo fornito alcuni dettagli – abbia riscritto una storia a sé, dando, in questo modo, ampio spazio alla fantasia, e ne sono felice! 🙂

Dunque adesso è arrivato il momento dei ringraziamenti. Il primo va senz’altro a Ehipenny che, con la sua foto, ha fatto partire questa sfida; grazie anche ad Enza, ad Alessandro per aver dato il loro contributo ad inventare storie nuove che avessero come protagonista una chiave; grazie anche ad Elena e Laura, per le loro due versioni della storia: mi sono piaciute molto! Ultima, ma non per ultima, un ringraziamento speciale va a Carla, la mia Sorellina di Fede. Non mi sembra di aver dimenticato nessuno, ma se così fosse, segnalatemelo, che vi aggiungo. 🙂

Vi avevo promesso che vi avrei rivelato il vero l’autore della storia della chiave. Ebbene, l’autore… sono io! 🙂 Qui sotto vi lascio il testo:

La chiave

Ieri ho trovato un mazzo di chiavi, per terra: era sudicio, fangoso, polveroso… Sembrava quasi che qualcuno, preso dalla rabbia, lo avesse scaraventato lì, in mezzo alla pozzanghera… Mi sono chiesto da quanto tempo stesse lì; sembrava che ci fosse stato perlomeno un giorno…

Poi mi sono chinato per prenderlo, e l’ho esaminato: presentava tutte chiavi molto semplici che, a giudicare dalla mia esperienza, potevano essere quelle di casa, della posta… Insomma, le chiavi che di solito si portano con sé. Poi mi sono accorto che in mezzo al mazzo, c’era una chiave diversa dalle altre: era più grande, con molti fregi… A ben vedere, sembrava che presentasse delle striature iridescenti, se era osservata al sole. Preso dalla curiosità, portai il mazzo al primo negozio che trovavo: probabilmente qualcuno lo aveva perso senza rendersene conto… Però, tenni per me la chiave misteriosa: volevo studiarla, capire cosa fosse, il suo utilizzo…

Quella sera, poi, sono venuto da te. Nella tasca del giaccone avevo la chiave, che ad un certo punto, mentre eravamo sul divano a parlare, ti ho mostrato. All’ improvviso, tu hai iniziato a raccontarmi la tua storia.

A quel punto capii: era la chiave per accedere alla tua anima…

© Luca, lunedì 14 febbraio 2011

 

 

WWW… Wednesday #8

What are you reading? Cosa stai leggendo?

In cartaceo, sto ancora leggendo Born to run, l’autobiografia di Bruce Springsteen in inglese, questo perché (come ho già scritto) quando ci sono i genitori in casa non riesco a leggerla 😉 Inoltre, in ebook, sto leggendo Ho sposato un maschilista, di Joanne Bonny.

 

What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

In ebook ho finito di leggere L’amore e tutti gli altri rimedi, di Anita Sessa, recensito qui.

 

What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Non lo so proprio; di sicuro leggerò un romance, poi non so…

 

E voi, cosa state leggendo? Fatemi sapere, sono curioso! 🙂

WWW… Wednesday #7

What are you reading? Cosa stai leggendo?

In cartaceo, sto ancora leggendo Born to run, l’autobiografia di Bruce Springsteen in inglese, questo perché (come ho già scritto) quando ci sono i genitori in casa non riesco a leggerla 😉 Inoltre, in ebook, sto leggendo Vorrei che non fosse amore, di Priscilla Plate.

 

What did you recently finish reading? Cosa hai appena finito di leggere?

In ebook ho finito di leggere L’amore e tutti gli altri rimedi, di Anita Sessa, recensito qui.

 

What do you think you’ll read next? Cosa pensi leggerai in seguito?

Non lo so proprio; di sicuro leggerò un romance, poi non so…

 

E voi, cosa state leggendo? Fatemi sapere, sono curioso! 🙂

Recensione/203 -L’amore e tutti gli altri rimedi (A. Sessa)

Sessa

Autore: Anita Sessa

Titolo: L’amore e tutti gli altri rimedi

Editore: Words

prima ed.: 2020

ISBN: 978-88-31481-13-7

Prezzo cartaceo: 13,99 €

Prezzo Ebook: 2,99 €

Dati: 2020, 384 p., brossura

Trama: Scozia, 1819.
Rapita, umiliata e rovinata per sempre, lady Margareth Rutley si è rifugiata in Scozia chiudendo ogni possibilità all’amore. Non è dello stesso avviso Ezra Caddy, che si innamora di lei sin dal primo sguardo. Nasce così un rapporto complicato, fatto di sguardi e incontri di anime che non osano sfiorarsi. E durante un viaggio in occasione della Stagione, prima a Edimburgo e poi a Londra, il loro rapporto diverrà più profondo. Le insidie, tuttavia, sono sempre dietro l’angolo e la tranquillità appena ritrovata di Margareth sarà di nuovo scossa. Solo che a combattere per lei, questa volta, ci sarà Ezra.

Il mio pensiero: Bellissimo romanzo! Era tanto che non mi capitava di leggere un libro ambientato nel XIX Secolo, e questo ha soddisfatto tutte le mie aspettative. Avete presente i sei romanzi principali di Jane Austen? Belli, per carità; del resto Jane Austen non è sottovalutabile nel panorama della letteratura inglese; eppure, secondo me, questo ha molto in più: intrighi, litigi, complotti… c’è tutto quello che si può desiderare nelle righe che compongono questo romance dal sapore ottocentesco. E poi, che belle le ambientazioni, i dialoghi: nulla è dato per scontato. Quello che mi dispiace un po’ è il fatto che questo romanzo sia il seguito di un altro, ma rimedierò: penso che anche l’altro possa essere letto singolarmente. Ho trovato molto bella la storia tra i due personaggi principali, Margareth ed Ezra; altri personaggi, invece, li ho trovati più detestabili, ma in un romanzo ci può stare.

Il mio giudizio: ragnettoragnettoragnettoragnettoragnetto

 

Evviva il clicker!!

L’ho scoperto, ed ora non lo lascio più! 🙂

Del clicker avevo parlato in questo articolo, la prima volta che ho iniziato a provarlo; da allora ogni volta che sono stato a tirare, l’ho sempre messo, per aver modo di sperimentarmici. Il miglior modo, era fare delle sessioni standard di allenamento, di seguito quindi  trascrivo le date ed i punteggi. Di oggi, mi dispiace solo che se avessi fatto meno punteggi bassi, probabilmente avrei raggiunto la cifra tonda, oppure l’avrei superata… pazienza; intanto, sono soddisfatto così! 🙂

Data Punteggio
8 giugno 266/600
14 giugno 325/600
21 giugno 351/600
04/07 397/600