Due concerti

Durante questa settimana ho avuto due concerti con il Coro. Il primo si è tenuto sabato 30 maggio; il secondo ieri, domenica 7 giugno.

Ma andiamo con ordine.

Il concerto del 30 Maggio

Un concerto per ricordare… Così recita il titolo dell’evento posto sul davanti del libretto con il programma della serata di sabato 30 maggio. Sì, perché il concerto è stato realizzato per commemorare la morte di un collega del Maestro che dirige il Coro di cui faccio parte,
Al concerto di sabato sera, che prevedeva anche l’orchestra, a dirigere l’orchestra e noi c’era un altro Maestro (G. A.), perché il nostro (A. S.) suonava il violoncello nell’orchestra.
Sulle panche, sia su quelle degli uditori, sia su quelle dei partecipanti, c’erano i libricini con il programma, che prevedeva i seguenti brani

I parte:
J. Shahan – St Patrick’s Cathedral
J. Sibelius – Valse triste
A. Vivaldi – Concerto in Re (Allegro – Largo – Allegro)
A. Ramirez, F. Rua – Alfonsina y el mar
F. Chopin – Notturno op. 48 n°1 

II parte:
L. Anderson – The typewriter
L. van Beethoven – Allegretto dalla Sinfonia n. 7
Filippini, Morbelli, Sordi – A zonzo
W. A. Mozart – Ave verum Corpus
J. Williams – Double trouble
R. Ortolani – Fratello sole, sorella luna
P. Doyle – Non nobis Domine

Mentre l’orchestra accordava gli strumenti, io ed il mio coro eravamo addossati all’altare, tanto che ad un certo punto il Maestro dell’occasione ci ha fatto andare più avanti perché sennò il suono si sarebbe disperso verso l’alto.
E adesso alcune piccole considerazioni sui brani.
Iniziamo dal primo della prima parte: non conoscevo quell’autore; né – tanto meno – il brano,  ma l’ho trovato molto bello; al terzo brano (sempre della prima parte, tra un movimento e l’altro, la gente applaudiva; mentre in realtà si deve applaudire solo al termine dell’opera. Arriviamo all’ultimo della prima parte: è la prima volta che mi capita di ascoltare Chopin suonato dall’intera orchestra, e mi è sembrato dissonante, o più precisamente, cacofonico..
Arriviamo alla seconda parte: il primo brano è stato particolare, perché una ragazza era sediuta ad una macchina da scrivere, e si sentiva il battere sui tasti, ed il campanello che avvisa il fondo del margine; il terzo brano è quello Guardo gli angeli che volano nel ciel, cantato da stanlio ed Ollio in uno dei loro film, all’ultimo brano… standing ovation alla fine! Non vi nascondo che mi sono gongolato un po’… Stessa cosa per il bis (abbiamo rieseguito Fratello Sole, Sorella Luna. Brano che, guarda un po’, riesce sempre a commuovermi).
A fine concerto, ho fatto i complimenti al Maestro che ha diretto; poi il Maesto del mio Coro mi ha fatto i complimenti.
Sono tornato a casa molto soddisfatto della bella serata.

Ensemble

Il concerto del 7 Giugno

Dopo tutto un periodo di prove intense, ieri c’è stato il concerto di fine anno, nella chiesa cui “fa capo” il Coro.
A parte il  brano iniziale e quello finale, la parte centrale del concerto verteva su una selezione di brani dal Requiem di W. A. Mozart. Inizialmente questi brani erano stati programati per il Concerto di Pasqua, che poi non abbiamo fatto, perché non ci sentivamo pronti. E dunque,  li abbiamo posticipati a questa occasione. E, credetemi, ne è valsa la pena. Di seguito i brani cantati:
Ave Maris Stella di L. Perosi
Stabat Mater di G. B. Pergolesi
Dal Requiem di W. A. Mozart
                1 – Requiem aeternam
                2 – Dies irae
                3 – Rex tremendae
                4 – Confutatis
                5 – Lacrymosa
                6 – Agnus Dei
Look at the world di John Rutter
Durante la prova generale fatta venerdì, avevamo preventivato l’eventualità di un bis; qualcuno aveva proposto l’Ave Verum, sempre di Mozart, ma giustamente – a mio avviso –  il Maestro ha preferito lasciare le cose in questo modo, con il brano di Rutter che stemperasse l’aria appesantita dal Requiem. Effettivamente, a fine concerto, il bis è stato richiesto, e così abbiamo riproposto l’ultimo brano. 
 
Ecco una foto dell’evento:
CoroCon questo evento, la nostra attività si concluderebbe; al contrario, tra due settimane, venerdì 19 avremo una rassegna di Cori…