I libri di Nagib Mahfuz

Ho scoperto Mahfuz dopo la sua morte; non è il primo autore che scopro in questo modo, dopo di lui ce n’è stato qualcun altro. Nel caso specifico, quando questo autore morì io frequentavo ancora il forum sull’antico Egitto. Ci sono persone (autori, nella fattispecie) di cui, se fino a un attimo prima non li hai mai considerati; neanche (come è successo a me) dopo aver ricevuto il Nobel per la Letteratura, quando ricevono un’onoreficenza si pensa: Però! Allora doveva essere bravo…

Mahfuz - Vicolo del mortaio Sinossi: “Vicolo del mortaio” è la descrizione, lievemente ironica e distaccata, della vita quotidiana che si svolge in un vicolo del Cairo, durante la seconda guerra mondiale. Mahfuz ci offre il vivido ritratto di un’umanità dolente, spesso molto misera: lo sfruttatore di mendicanti che procura mutilazioni definitive dietro compenso; il proprietario del caffè, esacerbato da un’inclinazione omosessuale e dall’assuefazione alla droga; il giovane barbiere che vuole santificare il suo amore per il Vicolo attraverso quello per una ragazza, Hamida; e poi Hamida stessa, nella cui volontà di fuga dallo squallore del suo quartiere natio è adombrata la ribellione radicale, l’impronta di un eterno e universale “esser-giovani”, in opposizione a ogni forma di immobilità. Mahfuz rappresenta tutto ciò con semplicità e insieme con esotica raffinatezza, dosando i dialoghi e i momenti di riflessione in modo da lasciare sempre un varco tra un episodio e l’altro. In ultimo, è la vita, nella sua nudità essenziale e drammatica, a imporsi a tutti come una sorta di riequilibratore deus ex machina.

Mahfuz - Racconti dell'antico Egitto Sinossi: Tratte dalla vasta produzione dello scrittore egiziano, le cinque storie raccolte in questo volume sono ispirate all’antico passato del suo paese. Scritte tra gli anni Trenta e Quaranta, sono liberamente ispirate a testi della letteratura popolare o antichi, che Mahfuz ha reinterpretato coniugando l’osservazione storica e un’immaginazione senza tempo e ponendole tra i testi letterari all’avanguardia dell’epoca.

 

 

Mahfuz - Per le strade del Cairo Sinossi: Il Cairo, 1942. La seconda guerra mondiale imperversa e i raid aerei si abbattono sulla città seminando il panico tra la popolazione. La famiglia Akif si trasferisce nella zona storica di Khan al-Khalili, dove la presenza di numerose moschee e monumenti rende meno probabile il rischio di bombardamenti. Ahmad accetta con riluttanza la decisione del padre. Quarant’anni, impiegato ministeriale solitario e introverso, Ahmad ha rinunciato a tutto per mantenere la famiglia caduta in disgrazia e da anni vive appartato nella solitudine dei suoi studi e delle sue letture. È affezionato al quartiere benestante di al-Sakakini, dove ha sempre vissuto, ed è convinto che il nuovo, chiassoso rione popolare non potrà soddisfare le sue esigenze intellettuali. Ma il dedalo di viuzze affollate di caffè, negozi di cianfrusaglie e bancarelle di taamiya, i bambini che giocano in strada e gli intensi profumi speziati che aleggiano tra le terrazze apriranno il suo cuore a nuove, inaspettate emozioni e lo porteranno a riflettere su se stesso e la propria vita… Dal premio Nobel Nagib Mahfuz, un romanzo su una famiglia al bivio tra tradizione e modernità; un ritratto nostalgico della città del Cairo, delle sue strade affollate e polverose dove, tra sguardi silenziosi e chiacchiere nei caffè al tramonto, si intrecciano vita e distruzione, amore e morte, disperazione e speranza.

Mahfuz - Il giorno in cui fu ucciso il presidente Sinossi: Il Presidente Sadat fu assassinato il 6 ottobre del 1981. Questa data cardine per la storia dell’Egitto (all’indomani Hosni Mubarak avrebbe preso il suo posto) costituisce l’apice intorno al quale si sviluppa l’intero racconto corale di questo romanzo, in un drammatico crescendo. Protagonisti sono i membri di una famiglia della classe media cairota durante i primi anni Ottanta: per l’Egitto quella fu un’era di transizione, un periodo di crisi profonda in cui la gente comune, di ogni estrazione sociale, veniva spinta verso il cosiddetto “abisso dell’Infi tah”, l’apertura al libero mercato. In questa folle corsa tutto era sovrastato da un senso di “fine”, una sensazione di panico, mentre persone innocenti assistevano impotenti alla rapida disintegrazione del loro mondo. Un intero stile di vita con le sue tradizioni antichissime e i suoi valori tramandati di generazione in generazione si stava semplicemente sgretolando, aprendo la strada a un nuovo materialismo spietato: un “regno dei corrotti” in cui solo i più forti possono sopravvivere, agli altri non resta che soccombere.

Mahfuz - Rhadopis Sinossi: Il giovanissimo faraone Merenre II, da poco insediato sul trono insieme alla sorella, la regina Nitocri, è fatalmente soggiogato dal mistero dell’amore. L’abile cortigiana Rhadopis, di enigmatica bellezza, cade anch’ella preda della passione per colui che è il suo signore. Ma la potente casta sacerdotale, gelosa custode delle proprie prerogative e delle tradizioni dei templi sacri, congiura per destituire Merenre, che sembra anteporre la sua insaziabile sete di potere, il suo orgoglio e i suoi desideri agli interessi dello Stato.

 

Mahfuz - Il settimo cielo Sinossi: La fama di Nagib Mahfuz è legata soprattutto alla sua capacità di rappresentare con vivido realismo il mondo contemporaneo. Ma altrettanto ingegnose e affascinanti sono le narrazioni che il premio Nobel per la letteratura ha dedicato al soprannaturale e all’aldilà. Così, in questa raccolta il lettore incontra un uomo che si ritrova faccia a faccia con gli spiriti del passato, in quello che erroneamente scambia per il primo dei sette cieli del Paradiso; un adolescente che affronta i pericoli di un bosco fuori città e finisce nel bel mezzo di un mondo incantato; un venditore di profumi che nella notte riceve la visita e le minacce di un gruppo di scheletri vendicativi; un Satana interdetto che confessa di aver trovato, nell’attuale decadenza dell’umanità intera, un uomo dal cuore puro.

Mahfuz - I romanzi dell'antico Egitto Sinossi: Questo volume raccoglie tre romanzi di Nagib Mahfuz sull’antico Egitto. Ne “La battaglia di Tebe” rivive uno dei capitoli più appassionanti della storia egiziana, in un affresco epico intenso e coinvolgente: la suggestiva rievocazione delle gesta del faraone Amosis che nel XVI secolo a.C. guidò il suo popolo alla vittoriosa resistenza contro l’invasione degli Hyksos. La voce di un giovane curioso e intraprendente, Miri-Mon, racconta in “Akhenaton. Il faraone eretico” le tappe della fulminante ascesa del “faraone maledetto”, fisicamente fragile ma destinato a diventare uno dei simboli della gloria dell’antico Egitto. “La maledizione di Cheope” narra il tentativo del faraone di scongiurare una profezia che annuncia la fine della sua dinastia. Le insidie, i tradimenti e la stessa ostinazione di Cheope saranno le armi di un inesorabile destino a cui neanche l’uomo-dio più potente può sottrarsi.

Mahfuz - Autunno egiziano Sinossi: Ambientato al Cairo, durante la Rivoluzione egiziana del 1952, “Autunno egiziano” racconta la storia di Isa al-Dabbagh, funzionano del governo. In seguito ai sollevamenti popolari che accompagnarono la cacciata di re Farouk I, Isa viene licenziato in tronco con l’accusa di corruzione. Pur riconoscendo le ragioni della Rivoluzione, egli è tuttavia convinto di avere sempre agito secondo le norme: così rifiuta testardamente le raccomandazioni dell’influente cugino Hasan, e pian piano perde la fiducia e l’amore della sposa promessa, Salwa. Lentamente la sua intera esistenza scivola verso il fallimento e la desolazione, mentre il suo Paese affronta le ambiguità e il dissesto creati dalle tensioni politiche di un periodo convulso.

Mahfuz - Karnak Café Sinossi: II Karnak Café è un delizioso locale del Cairo, gestito dalla graziosa Qurunfula, un tempo famosa danzatrice del ventre. Tra i tavoli si rinnovano vivaci discussioni sui temi più disparati: giovani e vecchi, poveri e ricchi, tutti si trovano a loro agio. Di colpo, però, tre giovani clienti abituali non si presentano più: sono stati arrestati e torturati, scopriranno gli amici, perché sospettati di aver preso parte ad attività antigovernative. Così mentre l’Egitto intero scivola verso i disordini che sfoceranno nell’assassinio di Sadat, anche nel microcosmo del Karnak Café la gioia della condivisione sarà sostituita dal timore delle denunce e la fiducia e l’amicizia lasceranno il posto al sospetto e alla paura.

3 pensieri riguardo “I libri di Nagib Mahfuz

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.