Ridere per Vivere: ritorno sul campo?

Ridere per VivereOggi al lavoro è venuta l’attuale presidente dell’Associazione Ridere per Vivere di cui, se vi ricordate, sono stato volontario per un paio d’anni. Sono stato io a portarli lì, visto che in questo periodo stanno promuovendo le uova di Pasqua; per anni nella mia realtà lavorativa è venuto il commercio equo e solidale, però visto che non lo frequento più, ho pensato ai clown, anche perché…

Ecco. Vi lascio ancora un po’ con il fiato sospeso.

E insomma, alle 11.45 circa, oggi è arrivata la mia amica Paola, vestita-naturalmente – da Clown. Naturalmente io – da buon ex volontario – mi ero equipaggiato con il mio naso rosso, che ho indossato non appena i clienti della mensa sono iniziati ad arrivare.

Le uova non sono andate granché, ma principalmente perché, nei giorni scorsi sono arrivate molte associazioni di beneficenza, e quindi, compra di qua e compra di là, non sono stati in molti a comprarli, ma qualcuno ha lasciato anche offerte talvolta cospicue; ad ogni modo, l’essenziale era rendere noto ai dipendenti le attività fatte da RxV.

Tra queste, l’ultimo fine settimana di aprile ci sarà il primo modulo del corso per diventare Volontario del Sorriso; contrariamente a quello che feci io a suo tempo, questo sarà più dilatato nel tempo, svolgendosi in vari fine settimana mese per mese; questo perché diverse persone si erano lamentate della continua frequenza per diversi fine settimana. Non so che dire, forse posso anche capire chi si è lamentato, però facendo i moduli tanto distanziati credo sia più complesso riprendere il filo del discorso. Ma tant’è.

E qui mi ricollego a quanto vi avevo vagamente accennato più sopra.

Il fatto è che, in questo periodo ho sentito che quella realtà mi mancava, e sento il desiderio di intrufolarmi di nuovo in quel clima di allegria e spensieratezza. Di questo ne ho parlato oggi con Paola, la quale mi ha spiegato che per il mio ritorno non c’è problema; anzi, lei sarebbe felicissima che tornassi; se non me la sentissi di entrare direttamente in ospedale, potrei partecipare al corso anche solo per rinfrescare certe tematiche. In alternativa, nel caso decidessi di fare servizio con loro, ma non in ospedale, ci sarebbe un’altra realtà con cui potrei confrontarmi.

Penso proprio che presto la ricontatterò.

 

 

Annunci

4 pensieri riguardo “Ridere per Vivere: ritorno sul campo?

    1. Cara Sara, grazie di cuore!
      Questa cosa dei clown dottori è rinata col tempo, non in questi ultimi giorni, prima di invitare quella ragazza a mensa per la vendita delle uova… Forse si è trattato di emozioni che ho trattenuto per un po’, e che nell’approssimarsi della Settimana Santa sono tornate a galla. Ma è bello così, non credi? Sarebbe brutto rinunciare a quelle cose che hanno fatto parte del nostro passato, e … per dirla con un termine forse un po’ medievale, abiurare tutto ciò.
      So che di sicuro voglio fare il corso; del resto sono nuove/vecchie conoscenze che (ri)acquisirò, e che non fanno mai male, perché ti danno modo di prendere in un altro modo la vita.
      Posso dirti una cosa, Sara? Io credo che se tu abitassi qui, mi piacerebbe potessi venire con me, e vedere come lavora questa associazione; ricordo che il clima che si crea è pieno di bellezza ed allegria.
      Grazie a te Sara, perché sei sempre presente 🙂
      Un abbraccio anche a te 😉

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...