Presentazione del libro “L’eretica di Dio”, di Rita Coruzzi

270318- Presentazione libro Ieri sera sono stato a Roma alla presentazione del libro di Rita; l’evento era stato pubblicizzato da Rita stessa su Facebook; non potevo non andare, mi faceva piacere rivedere lei e la mamma, e poi, last but not least, era l’occasione per farmi fare la dedica sul libro che, naturalmente, avevo portato con me.

La location si trova su via del Plebiscito, a pochi metri dalla Feltrinelli di Largo Argentina, e dalla Basilica di Santa Maria sopra Minerva. Varcato un arco, si accede ad un piccolo cortile, per poi salire tre gradini e trovarsi davanti ad un portone a vetri, accanto al quale si trovava un usciere in uniforme; varcato il portone a vetri, lì di fronte c’era la sala dove si sarebbe svolto l’evento. All’interno, oltre ai veri tavolini, sulla sinistra del tavolo centrale erano disposte delle opere dell’artista Mauro Poponesi, ed a destra dello stesso, alcune foto in bianco e nero, scattate – penso – da Simona Battistelli, sul tema della violenza sulle donne.

L’evento è cominciato alle 18.30, in un modo un po’ curioso, perché uno degli invitati è entrato in sala suonando la tromba, e declamando dei versi da non so quale opera. Lo stesso, ad evento iniziato, ha letto un paio di brani dal libro, alternandosi con la poetessa Antonella Rizzo. Mentre il trombettista leggeva brani tratti dalla fine dell’epopea della Pulzella d’Orléans, la poetessa ha letto brani inerenti il viaggio di Giovanna verso la sede del Papa, per convincerlo a liberare il Paese dall’oppressore.

Forse a questo punto devo fare il primo ed unico  paragone sul modo di leggere questi brani: se – infatti – le letture fatte dalla Rizzo sono fatte  con più grazia, con un timbro di voce più consono, quelle fatte dal trombettista le ho trovate più… fatte male; non so come dire, ma quasi come se ci avesse messo troppa enfasi nella lettura/recitazione. Ma non voglio fare polemica.

A parte questa piccola cosa, l’evento si è svolto nel migliore dei modi: Valentina Fasciani, la moderatrice, ha saputo dare lo spazio necessario a tutte le personalità che sono intervenute; tra tutti gli interventi che ci sono stati, mi è piaciuto molto quello della scrittrice e giornalista Monica Cattaneo, la quale – parlando di Giovanna d’Arco che si affidava a Santa Rita e a Santa Caterina da Siena – specifica che la location dove ci trovavamo ieri si trova a poche centinaia di metri dalla basilica Santa Maria sopra Minerva, sotto il cui Altare Maggiore si trova il sepolcro della Santa, all’interno del quale si trova una parte dei suoi resti, visto che gli altri sono dislocati in altri lidi.

Tralasciando le altre personalità presenti, arrivo a Rita, che ha esposto il contenuto del libro; in quella sede ha confidato ai presenti di non aver mai apprezzato la Storia come materia scolastica, almeno fino a quando non conobbe l’archeologo/scrittore Valerio Massimo Manfredi, e letto il suo Alexandros. “Galeotto fui quel libro“, scrisse Dante nella sua Commedia; ed è proprio il caso di dirlo, visto che tramite questo romanzo storico venne fuori la passione di Rita per la Storia;  Rita ha anche detto quanto pathos ci metta quando scrive, al punto di immedesimarsi nelle pulsioni della sua eroina, soffrendo e piangendo insieme a lei; inoltre ha narrato anche alcuni eventi personali che l’hanno aiutata nella stesura. Ha anche affermato  che – dopo Matilde, il suo primo romanzo storico –  la Casa Editrice le aveva chiesto un nuovo romanzo storico, ma ha confessato al pubblico che a lei piace il genere romantico, quindi questo sarà il suo prossimo progetto avente, come personaggio principale, una donna.

Come durante la presentazione del suo Un volo di farfalla, anche in questa occasione Rita ha dato il meglio di sé, mettendoci quel po’ di grinta che la caratterizza per delineare la personalità combattiva di questa giovane donna, che nel giro di soli due anni ha dato se stessa per liberare il suo Paese dall’invasore, al punto da abiurare quanto aveva detto e fatto, e morire sul rogo.

 

Annunci

4 pensieri riguardo “Presentazione del libro “L’eretica di Dio”, di Rita Coruzzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...