Le donne, i cavalier, l’arme, gli amori…

Penso sia proprio appropriato il titolo dato a questo post, preso a prestito dal proemio dell’Orlando furioso di Ludovico Ariosto, ed è proprio di questo che oggi si parla: di Medio Evo. Quel Medio Evo, che ieri pomeriggio ho trovato in libreria, nell’insidiosa trappola dell’acquisto di un libro!

Ieri sono stato a Roma, e l’autobus che ho preso ferma davanti alla libreria. Sono entrato con lo scopo di gironzolare tra i DVD, e solo nel caso ne avessi trovato qualcuno interessante, avrei proceduto all’acquisto. Invece no, non è andata così.

Il mio sguardo ha voluto spingersi oltre, tra i libri; e d’istinto mi sono diretto  in un reparto con i romanzi storici, dove ero sicuro che ne avrei trovato uno, cui da tempo avevo messo l’occhio.

Chrétien de Troyes Eccolo qui a sinistra il testo incriminato. Mi sembra di percepire un po’ di stupore tra di voi, quindi bando alle ciance, e vi spiego come sono arrivato a questa scelta.

Durante il triennio del liceo ho studiato letteratura, sia inglese che francese. Ricordo ancora i libri di testo che avevo, nella fattispecie quelli di francese erano due volumetti l’anno, così suddivisi:

III anno: Moyen Age, XVI Siècle

IV anno: XVII siècle, XVIII siècle

V anno: XIX siècle, XX siècle

L’autore dei romanzi cortesi  che si trovano Chrétien de Troyesin questo testo è apparte-nuto al Medio Evo; ricordo che a scuola avevamo letto (in francese, naturalmente) alcuni brani di questo autore, e forse sono state proprio queste letture a far nascere in me l’interesse per il mondo cavalleresco e forse (in senso più ampio) l’interesse per il romanzo storico, quello di cappa e spada, per intenderci.

La cosa strana mi sembra questa copertina; eppure è della Mondadori; forse è una vecchia edizione, oppure di un’altra collana; non lo so, saprò essere più preciso dopo che lo leggerò! Quello di cui sono sicuro è che, vedendo la copertina classica Mondadori, quella nera, i romanzi cortesi non sono gli stessi Vi faccio vedere:

image_book questo è il cofanetto, che al’interno si presenta così:

51aVSv4dltL._SX267_BO1,204,203,200_

Niente male, vero?

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...