Poker di 9

E insomma, penso proprio che stia davvero diventando bravo a tirare con l’arco.

Perché? Ve lo racconto subito.

Ieri, dopo aver montato l’arco, vado al mio spazio (la cui distanza è – per ora – ancora 10 metri), ed inizio a tirare le mie 4 frecce (vi ricordo che di due danneggiate ne ho fatta una, mentre l’altra è sepolta ancora sotto due dita di sabbia, sormontate da tre di aghi di pino…); ma comunque. Faccio qualche volée, cinque, o forse sei, ma mai nulla di fatto: uffa!

davPoi, senza che me l’aspettassi, la volée è 9-9-9-9.

Meraviglioso, a dir poco.

Dentro di me esulto.

Metto a posto l’arco, e ritorno a casa.

Intanto, due giorni fa è arrivato un what’s App sul gruppo: venerdì sera, al campo, pizza, poi gara in notturna. Che dite, secondo voi parteciperò? Naturalmente sì! 😉

 

Buon pomeriggio a tutti!

10 pensieri riguardo “Poker di 9

  1. Domenica ho rotto un Altra freccia… questa è proprio esplosa… ho preso il montante in ferro del paglione da 18 m, l’ho tirata con rabbia senza mirare perché non riuscivo a stare dritta con la schiena e le è andata a suicidarsi😩
    Ma al campo non avete un rampino? Noi abbiamo sia quelli che una specie di rastrello con solo due denti lunghi, tirando alle sagome degli animali perdiamo spesso le freccine, e talvolta si inabissano nel terreno

    Piace a 1 persona

    1. MI dispiace per la tua freccia, ma mi dispiace anche per te e perla tua schiena; spero si sia tutto risolto! Finora non ho mai sentito di una freccia che esplode: è un’esperienza da vedere? 😉
      A parte gli scherzi, noi al campo abbiamo i montanti dei paglioni in legno; e a fungere da mo’ di rastrello abbiamo un coso in ferro ricurvo da una parte; serve per dissodare un po’ il terreno, ma non svolge la stessa funzione di un rastrello. A quanto ho capito, comunque, a breve si dovrebbe fare una pulizia accurata del capo con l’ausilio di un rastrello vero, e allora credo che troverò la freccia mancante che, tra l’altro, ho perso proprio tirando alle sagome degli animali. Ti auguro una meravigliosa serata.

      Piace a 1 persona

      1. Non è proprio esplosa , ad occhio nudo non si vedeva niente… se non fosse partita fuori la cocca probabilmente non me ne sarei neppure accorta redendo pericoloso il tiro dopo, praticamente con l’impatto la punta è entrata nel asta che si è aperta “a fiore” e la cocca è partita fuori per la pressione, da noi capitano spesso questo genere di incidenti (soprattutto sugli alberi , sui sassi e sulla parte in ferro presente nelle gambe degli animali) anche noi avevamo le strutture dei paglioni in legno, questo è uno nuovo, sicuramente è più’ grande degli altri ed è fatto in maniera diversa, ha i pannelli intercambiabili in questo modo basta cambiare la parti rovinate ma il ferro ha il vantaggio di essere più resistente all’aperto ma lo svantaggio di rompere le frecce. Comunque la colpa è stata mia, non dovevo tirare in quel modo, dovevo concentrarmi (anche perché per riuscire a mancare quel mega paglione a 18 m bisogna proprio tirare a caso)

        Piace a 1 persona

      2. Non ho esperienze di questo genere, neanche a sentire gli altri arcieri, ma penso siano cose che possono capitare; non crucciarti… 😉 Ti abbraccio! ❤

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.