Il corso – primo modulo

malawi-mapPreannunciato da una mail dell’associazione che ha organizzato questo ciclo di incontri, Sabato scorso c’è stato il primo incontro del corso che, questa volta, si è svolto nel salone parrocchiale, piuttosto che in una delle salette della chiesa. All’entrata, sulla sinistra c’era un ragazzo che gestiva le presenze, consegnando il kit, consistente in una cartellina con il logo e – al suo interno – alcuni fogli, una penna, il calendario, ed un book fotografico, con le foto dei viaggi che sono stati fatti in Africa; al centro della sala erano disposte delle seggiole, dove la gente si è accomodata, e – dopo la presentazione dell’associazione da parte del presidente, don Franco, e della presidentessa, Marzia – è stato dato spazio agli astanti, per presentarsi, e per dire in che modo erano venuti a conoscenza del corso. Una decina di minuti dopo, finito questo giro di presentazioni, è iniziato il tutto.

A prendere la parola è stata Marzia, la quale ha introdotto il paese in cui la onlus  opera: il Malawi. Ha parlato dei confini, del territorio, per poi arrivare al pòunto dell’istruzione, soprattutto dal punto di vista femminile.

Quello che mi ha colpito sono i motivi per cui questo fattore è così tanto importante per le donne. Preciso che non mi ricordo quanti siano in totale, però me ne ricordo tre; quindi, accontentatevi di questi. 😉 Scherzi a parte, questi motivi sono:

  1. impedire alle bambine di contrarre matrimoni in tenera età.
  2. allontanare le bambine dalla strada.
  3. una donna acculturata, di sicuro non vorrà che sua figlia resti nell’ignoranza.

La seconda parte di questo primo modulo è stata portata avanti dalla d.ssa Margaret, donna africana che lavora alla FAO, la quale – avvalendosi di un PowerPoint – ha approfondito il discorso dell’educazione. In Africa, la formazione scolastica è così suddivisa:

scuola dell’infanzia: 2 anni
scuola primaria: dal terzo al quinto anno
scuola secondaria: dal sesto all’ottavo anno

In tutto questo discorso, c’è da constatare un paio di fattori non proprio positivi: il primo, è che l’ambiente sanitario scolastico è molto povero; il secondo, riguarda il rapporto che c’è tra gli alunni e l’insegnante; infatti, per ogni sessanta alunni, c’è un maestro dedicato, la cui intelligenza, di rado supera quella degli alunni. Con l’istruzione, anche il ruolo delle bambine con più di quindici anni è cambiato; infatti a loro è permesso di leggere e scrivere, piuttosto che svolgere le consuetudinali mansioni casalinghe.

L’incontro si è concluso con un rinfresco con bibite, mignonm e dolci vari, posti su un tavolo accanto all’entrata del capannone.

Annunci

6 pensieri su “Il corso – primo modulo

  1. caro luca
    ce n’è da fare di lavoro per cambiare questa triste realtà delle spose bambine e dell ignoranza putroppo. ma grazie alla buona volontà di persone come quelle che tu hai incontrato (marzia il parroco e tutti i volontari) si può cambiare davvero…
    fammi sapere poi come procedono i lavori e gli incontri..
    buon lunedi caro luca

    Liked by 1 persona

  2. Devo ritornare su questo tuo post con calma e leggerlo. E’ un argomento che desta sempre molta curiosità e voglia di fare qualcosa. Bravo Luca, attivo come al solito.
    Se non puoi più commentare i miei post manda pure Lucinda. Ti aqspetto sul mio ultimo con un tuo parere sulla carne Bio. Ciaooo

    Liked by 1 persona

    • Ciao Bea, sono contento che ti sia piaciuto il primo resoconto del primo incontro del corso!
      Vengo spesso a commentare i tuoi articoli, e quando non passo è perché ho troppe cose da fare, e poi passano quasi nel dimenticatoio… scusami! Non ho più l’account di Lucinda, mi piacerebbe tirarla fuori dal mio animo, di tanrto in tato, ma so che interiormente è sempre presente… Le voglio bene… ti voglio bene… 😉 Buon pomeriggio! Ciaooo

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...