Recensione/82 – Le tracce di Mosè (I. Finkelstein e N. A. Silberman)

le-tracce-di-mose Per molti anni ho seguito un forum sull’antico Egitto. Il forum in questione prendeva in esame molti argomenti, tra cui quello sui rapporti tra l’Egitto ed il Vicino Oriente Antico. In questa sezione, uno degli utenti consigliò questo saggio; poiché ero interessato a questa discussione, ed alla correlazione che poteva esserci tra l’Egitto ed i luoghi della Bibbia, lo acquistai. Ma forse non lo iniziai neanche. A distanza di molti anni ho  ripreso in mano questo testo, sulla scia di alcune considerazioni sul tema, e ne sono rimasto piacevolmente sorpreso.

 

Edito nel 2004 per la Carocci Editore, “Le tracce di Mosè“ può essere considerato un’indagine approfondita che i due autori svolgono nella storia dell’Antico Testamento. Nel tracciare la strada di questa indagine, i due autori usano un linguaggio semplice, senza fare un uso smodato di termini complessi, risultando quindi alla portata anche dei non addetti ai lavori. In questo modo il lettore ha la sensazione di essere preso per mano dagli autori, e di essere portato a fare un tour virtuale lungo Israele, la Giudea ed il territorio circostante.

 

Nonostante il linguaggio semplice usato dagli autori, il testo costituisce una miniera di avvenimenti storico-biblici e citazioni, per cui è difficile formulare un pensiero d’insieme, perciò non posso far altro che rifarmi ad alcune considerazioni di carattere generale.

Il saggio è diviso in tre parti, per un totale complessivo di dodici capitoli, ciascuno identificato dalle date inerenti gli avvenimenti trattati. Nel corso di questa interessante trattazione non mancano i riferimenti all’antico Egitto riguardanti soprattutto le Lettere di Amarna (Amarna è il nome attuale della capitale fondata da Akhenaton il faraone eretico, il cui nome era Akhetaton, l’orizzonte di Aton), che rappresentano una silloge di missive intercorse tra gli Egizi ed altri popoli (Assiri, Babilonesi, Fenici) inerenti rapporti di stato, o questioni economiche; per poi continuare con riferimenti allo scrittore classico per eccellenza, Erodoto, l’autore delle Storie; ma anche a versetti tratti dall’Antico Testamento (Libri dei Re, Genesi, Deuteronomio, Esodo sono i Libri maggiormente citati), che  offrono all’ignaro lettore lo spunto per la conoscenza della Bibbia.

 

 

 

Annunci

12 pensieri su “Recensione/82 – Le tracce di Mosè (I. Finkelstein e N. A. Silberman)

    • Grazie Francesca, ci ho lavorato un bel po’ per dargli una forma quantomeno leggibile, cercando di mettere le cose tutte al punto giusto. L’intento delle recensioni che scrivo è proprio questo, infatti: cercare di interessare chi la legge, e dando modo di acquistare o meno il volume. grazie a te 😉

      Liked by 1 persona

    • Mia Divina, sono felice che tu abbia apprezzato la mia recensione; è sempre bello sapere che apprezzi quello che scrivo. Grazie dei tuoi bacetti al miele di castagno, mi piace quel retrogusto amaro 🙂 Ricambio con bacetti alla zuppa inglese 🙂

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...