Evoluzione Tag

2015_evoluzione_tag

Ringrazio Sara per la nomination a questo tag, e Cix79 per la creazione.

Regole del TAG

– Dichiarare chi ha inventato il TAG (https://cix79.wordpress.com/).
– Ringraziare chi vi ha nominato: Cix79
– Nominare ed avvisare UNA o PIU’ persone che ritenete adatte a far evolvere questo TAG in meglio. Che la fantasia e la creatività sia con voi!
– Cambiare totalmente uno dei prossimi 3 punti sottostanti a vostro piacimento, trasformandolo in qualcosa di vostro, di unico, indicando appunto chi ha inventato il nuovo punto in modo da capire che strani giri ci saranno.

1) Spiegate ad un vostro contatto\amico blogger che seguite con interesse, cosa potrebbe fare per migliorare secondo la vostra opinione nel suo blog per potergli dare una marcia in più.

Seguo molti blog qui, e ciascuno ha un suo modo di impostare il suo spazio, vuoi come argomenti da pubblicare; vuoi come organizzazione dello spazio. Penso che ciascun blogger abbia il diritto di impostare questo spazio virtuale a suo modo, con le proprie rublrche, i propri articoli, i propri temi da trattare. Per questo motivo, non mi sento in grado di dare consigli ai blogger che seguo per migliorare il loro spazio.
(di Cix79)

2) Inventate una storia di fantasia, di poche righe e con finale a sorpresa.
(di Cix79)

Lontano dal nostro Sistema Solare, distante molti anni luce, c’è un pianeta molto grigio, popolato da alieni tutti grigi.

Un giorno, su questo pianea, atterrò un razzo, dal quale scesero due persone, un uomo ed una donna: la signora Stabilo, ed il signor Boss.

I due andarono a fare un giro per il pianeta, e rimasero molto delusi: che grigiume!!! Per loro che erano due persone allegre e solari questo pianeta non andava bene per niente. Una notte il signor Boss ebbe un’idea. Quando, il giorno dopo, sua moglie ne venne a conoscenza, approvò l’iniziativa del marito.

Così, una notte, i due si misero di buona lena a portare a termine il loro progetto. A notte fonda andarono a dormire, e al loro risveglio, tutti gli altri abitanti del pianeta poterono ammirare un nuovo pianeta, tutto colorato. Ed il buonumore tornò a regnare sulle facce degli altri alieni.

Tutto merito della signora Stabilo e del signor Boss.

3) Fatevi una domanda e datevi una risposta.
(di Cix79)

Mi è piaciuto questo tag? Sì, molto!

Le nomination:

Laura

Lady Or

Sara

Lisa

Luzzola

Ad un passo dal Concerto…

Eh sì, ci siamo… ancora un mese (Novembre), e poi l’8 Dicembre – festa dell’Immacolata Concezione – faremo il Concerto di Natale! Yeeeeeeeh! Si nota che sono felice? 😉

Lunedì 26 abbiamo fatto l’ultima lezione del mese; la prossima la faremo martedì 3 Novembre, in quell’occasione, il Maestro porterà il programma delle nuove date per le prove, ed un prospetto per i brani che eseguiremo. Appena lo avrò, farò un post dedicato, con i nomi dei brani. Inoltre, se ho ben capito, tra i brani che potremo eseguire, ce ne saranno anche alcuni fatti precedentemente. Quello che so per certo (o quasi) è che potremmo non eseguire l’Ave Maria di Ludovico da Vittoria. Non perché non sia un bel brano, ma perché ci sono dissonanze varie che lo rendono complesso. Qui sotto vi lascio il brano in questione. Buon ascolto!

Best Friend Award

https://i1.wp.com/www.fmtech.it/master/award/BF-FMTECH.jpg

Ringrazio Sara per avermi nominato; per me è un onore avere una nomination da lei. Sara è una donna straordinaria, che mette l’anima in quello che scrive, ed ogni volta lo fa con una dolcezza ed una semplicità fuori dal comune.

Di cosa si tratta: BEST FRIEND AWARD è il riconoscimento ufficiale per quei blog che si ritengono più affini e/o amici fra quelli che frequentiamo o leggiamo e poterli così segnalare a nostra volta a coloro che si seguono o ci leggono.

Ecco le regole:

  1. Occorre segnale questa pagina all’iniziativa: http://www.fmtech.it/diario/fmtech-award/best-friend-award/ (mi sembra giusto mettere quella del blog che l’ha ideata);
  2. Inserire nel vostro post il riconoscimento prelevabile a questo link: http://www.fmtech.it/master/award/BF-FMTECH.jpg
  3. Nominare almeno 10 blog di vostri amici e/o amiche (passando a vostra volta il testimone)
  4. Avvisare le persone nominate di essere state scelte per questo riconoscimento
  5. Riportare queste semplici regole nel post con cui farete le vostre nomination.
  6. Si possono nominare anche più di 10 blog in quanto lo spirito dell’iniziativa è quello di espandere la conoscenza dei blog meritevoli di attenzione e di partecipazione.

Per questo premio nomino:

Lady Or

Loriana

Laura

Viola

Ale

Silvia

Antela

pagurina

Luna

Recensione/63 – Lo strano caso dell’apprendista libraia (Deborah Meyler)

LoStranoCasoCover

(periodo di lettura: 02 ottobre – 23 ottobre)

Ho finito di leggere Lo strano caso dell’apprendista libraia proprio oggi, e me lo aspettavo diverso. Forse, dato che nel titolo compaiono quelle due parole, strano caso, mi spettavo un thriller. O quanto meno un giallo. Nulla di tutto ciò. Infatti il libro è un romanzo con velati tratteggi rosa.

Il libro racconta la storia di Esme Garland, giovane donna di New York, che inizia a lavorare presso una libreria, La Civetta. Qui instaura un buon rapporto con i gestori, ma anche con i senzatetto che, di tanto in tanto, la frequentano.

Ma non si parla solo di libri. Infatti Esme è una giovane donna incinta. Se nella prima parte l’autrice incentra la narrazione sulla libreria, nella seconda è focalizzata più l’attenzione a quella mamma in divenire che è la protagonista di questa storia; l’autrice farà seguire al lettore le varie fasi importanti che preludono e che seguono il diventare mamma, con tutte le cose belle che ciò comporta. L’autrice descrive questi momenti, in modo tale da dare l’opportunità al lettore di essere lì, con Esme, ed osservarla mentre dà il latte, oppure guarda la bambina, e tanto altro: è la parte in cui si fa strada molta dolcezza, immaginando gli atteggiamenti dolci di Esme con la figlia.

Recensione/62 – Donne che corrono coi lupi (Clarissa Pinkola Estes)

Donne che corrono coi lupi

Titolo: Donne che corrono coi lupi

Autore: Clarissa Pinkola Estes

Editore: Frassinellli

Collana: Numeri primi

Dati: pag. 534

(periodo di lettura: 02 ottobre/21ottobre 2015)

Ringrazio Chiara per avermi fatto leggere questo testo. Dico la verità: mi sono accostato a questo libro un po’ con timore e riverenza, a causa della mole delle pagine, in parte con curiosità. Più di una volta, girovagando in libreria, ho visto tra gli scaffali alcuni testi di quest’autrice, ed ogni volta, incuriosito sia da quest’autrice con questo nome strano (ignoravo che fosse ungherese), sia dai titoli dei suoi saggi, ho iniziato a provare interesse. L’occasione per acquistare il volume in questione è stato il mio desiderio di conoscere l’aspetto femminile. E devo dire di non esserne rimasto deluso.

Il libro è un saggio complesso, ma dà modo al lettore (donna o uomo che sia) di compiere un entusiasmante viaggio alla scoperta della Donna, a partire da quella che i tedeschi definirebbero Urfrau, la Donna originaria, la Donna Selvaggia, quella che caratterizza ogni Donna di oggi. Per fare questo l’autrice ricorre a poesie e storie della cultura ungherese che la rappresenta, ma anche a testi autoctoni di vario genere, che ha letto, o che le sono stati narrati, spiegandone poi il simbolismo che racchiudono i testi in questione, ed evidenziandone i vari aspetti legati alla Donna.