Gli acquisti di giugno

gli acquisti di giugno

Eppure ho fatto la foto con la macchina fotografica; non so perché sia così piccina la risoluzione… Ma vabbè! I libri sono:

  • La porta delle tenebre (Glenn Cooper)
  • Il ruolo della donna nella Chiesa (Tiziana Cputo)
  • Guida alla Maremma insolita e misteriosa (Claudia Cinquemani)
  • Il cielo d’Inghilterra (Loriana Lucciarini)

Recensione/44 – La trilogia di Isadora Wing (Erica Jong)

paura_di_volare come salvarsi la vita paracadute e baci

(tempo di lettura: dal 10 al 30 giugno 2015)

Costituita dai volumi Paura di volare (1970)*, Come salvarsi la vita (1977)* e Paracadute e baci (1984)*, questi volumi raccontano la storia di Isadora Wing, alter ego dell’autrice e donna e scrittrice dalle mille sfaccettature. Moglie di uno psicologo, Isadora nei suoi numerosi libri, che le hanno garantito quel successo che (forse) neanche si aspettava, Isadora esplora la sessualità.

La esplorerà anche su di sé. Dopo essersi separata da Bennett, Isadora cerca di colmare il vuoto di amore e di desiderio con numerose persone: uomini, per la maggior parte, ma anche donne. Ed ogni volta le sensazioni e le emozioni sono diverse, e piacevoli. Di tutte le relazioni avute, soltanto da quella con Andrew avrà una figlia, Amanda; ma questa nascita sarà l’inizio della fine del loro rapporto. Dopo poco, infatti i due si lasciano, e la donna intraprenderà una nuova relazione con un uomo, che Amanda non riconoscerà come padre.

L’abbandono di Andrew porterà Isadora a fare i conti con se stessa, e darà inizio ad un’ultima parte del terzo volume molto più introspettiva.

* Le date si riferiscono alla pubblicazione negli Stati Uniti

La signora del quinto piano #1522

Following Your Passion

un progetto contro la violenza sulle donne per sostenere il telefono rosa e far conoscere il numero nazionale anti violenza #1522

L’argomento di questo post esula un pochino dagli argomenti che in genere vengono trattati nel nostro blog, ma ritengo che questo sia un argomento molto molto importante per cui volevo rendervi partecipi di tutto ciò.

locandina-progetto-contro-violenza-donne-following-your-passion locandina progetto

View original post 335 altre parole

Gli acquisti librosi del 19 giugno

Negli ultimi fine settimana mi è capitato di fare scappatelle fuori porta, alla ricerca di un po’ di tranquillità. Con l’occasione, lo scorso fine settimana ho fatto di acquisti. Un po’ di tempo fa, qui in internet, ho appreso la notizia dell’uscita del seguito di Dannati, di Glenn Cooper. Il nuovo libro titolo del nuovo libro è La porta delle tenebre. Il primo libro aveva lasciato molti lettori appassionati del genere, e dell’autore, con l’amaro in bocca, perché in realtà è molto descrittivo. In questo libro, penso dovrebbero succedere diverse cose, tali da appassionare il lettore. Non lo so…  L’anno scorso sono andato alla presentazione di Dannati, e, naturalmente, mi sono fatto fare l’autografo con dedica dall’autore.

La porta delle tenebreIl secondo libro è un saggio di una ricercatrice di cui mi ha parlato mio cugino, durante una di queste gite fuori porta. Così, sono andato alla ricerca dell’autrice per saperne di più, e mi sono imbattuto in questo testo. Dopo averne letto la sinossi (ho scoperto da non molto tempo che si chiama così), ho deciso di acquistarlo, per poi iniziarne la lettura

Cinquemani

Recensione/43 – Matilde (Rita Coruzzi)

Matilde

Autore: Rita Coruzzi

Titolo: Matilde. Per grazia di Dio, se è qualcosa

Editore: Piemme

Dati: 2015, 461 pag.

Un romanzo su una Donna scritto da una Donna.

In questo suo primo romanzo, Rita esamina la figura di Matilde di Canossa, e lo fa con uno stile molto semplice, ma ben documentato e ricco di particolari. La vicenda di Matilde si snoda tra il 1046 (anno della sua nascita) al 1115 (data della sua morte).

Il romanzo inizia con una visione, quella che sua madre Beatrice ha di una donna con l’armatura che sconfigge il nemico. Questo fatto mi ha portato a fare un parallelo con la visione avuta da Giovanna D’Aza, la madre di San Domenico di Guzman, la quale sognò un cagnolino con una stella sulla fronte, ed una fiaccola in bocca. Questo per dire che entrambi, nel loro tempo (entrambi si muovono all’interno di quel Medioevo tetro e buio) hanno un incarico importante da portare avanti: infatti, se San Domenico dovrà infiammare il mondo con la sua predicazione, Matilde di Canossa – seppur desiderosa di realizzare un desiderio che le brucerà sempre nel petto – ricoprirà il ruolo di paladina della Chiesa (cit. dal libro), schierandosi a fianco del Papa, respingendo gli usurpatori del trono papale, e coloro che volevano espropriarla dei suoi possedimenti.

Ma la vita di Matilde, la coraggiosa Contessa dai lunghi capelli ricci e rossi, sarà costellata da eventi infausti, a cominciare dalla morte del padre, per poi proseguire con quelle di altre persone che per lei provavano un affetto ineguagliabile e smisurato, e che in lei avevano riposto tutta la loro fiducia, anche in quei momenti in cui lei era afflitta ed avrebbe voluto mollare l’impresa che stava portando avanti, per dare per intraprendere la strada che le dettava il cuore.